Le nostre facce

sporche di fango,

il nostro corpo livido e bianco,

senza una croce né una preghiera.

Qui non esiste una via di fuga,solo quel colpo dietro la nuca.

 

A Buccinasco, l’amministrazione ha deciso di onorare i morti istriani, friulani e dalmati con un murales e una targa.

L’intervento in memoria delle vittime delle foibe, curato da Jin e Drax, vede come protagonista dell’opera una giovane donna che rappresenta le nuove generazioni a cui viene affidata la memoria, la conoscenza, la testimonianza, affinché la tragedia non si ripeta. Dal fondo di una foiba la donna guarda il cielo con uno stormo di rondini, un segno di speranza.

L’opera è stata inaugurata dal Sindaco  Rino Pruiti insieme a Emanuele Cangialosi, il sindaco degli studenti, gli altri assessori eletti nelle scuole medie di Buccinasco e da rappresentanti locali dell ANPI.

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Copyright 2021. WRTS. All right reserved. • Policy & Privacy
CF: 97679950150 • P.Iva: 08533070960
werunthestreets@gmail.com